acisjf milano

Accogliere la vita

Si celebra oggi la III Giornata Mondiale dei Poveri, istituita da Papa Francesco e accolta dalla Chiesa Universale come occasione per andare incontro alle povertà emergenti. Acisjf ha proposto il progetto della Valigia della speranza. Oggi raccontiamo la storia di A., accolta da Acisjf Milano a cui verrà consegnata la valigia. 

In occasione della III Giornata Mondiale dei Poveri, la federazione si è impegnata a donare a ciascun comitato Acisjf una valigia di cartone – che simbolicamente vuole evocare la stessa utilizzata in passato da tanti emigrati italiani – e la cifra di 100 euro. È un piccolo contributo da aggiungere allo sforzo economico che ogni comitato esprimerà, individuando un gesto concreto di carità da destinare ad una delle donne seguite nelle nostre case di accoglienza. Ogni comitato ha scelto, infatti, un percorso per aiutare a ridare speranza a una donna che ne ha estremo bisogno. Acisjf Milano ha scelto A., una ragazza di origine ecuadoriana. Ecco la sua storia.

“A. ha 17 anni ed è entrata a far parte della nostra comunità per poter riprendere la frequenza della scuola e ritrovare alcune delle persone che conosce, tra cui il fidanzato. Era al quarto mese di gravidanza ed è stata inviata dal Servizio Sociale pronto intervento di Milano.

A. è di origine ecuadoriana e si trova in Italia da 7 anni, in seguito ad una procedura di ricongiungimento con la famiglia. La madre in partenza per l’Italia l’aveva affidata, quando aveva solo pochi mesi di vita, alla nonna paterna che si è presa cura di lei fino all’età di 11 anni. Il ricongiungimento purtroppo non ha avuto esiti positivi, perché la ragazza ha vissuto una relazione conflittuale con la madre: non si sentiva amata e coglieva il senso della sua presenza in casa in funzione della custodia della sorella più piccola e delle pulizie domestiche. Il maltrattamento psicologico e fisico, subito con frequenza, l’ha portata a fare denuncia nei confronti della madre e ad allontanarsi da casa: è seguito il collocamento in comunità lontano da Milano. Lì dopo qualche settimana ha scoperto di essere incinta e, valutata la proposta da parte degli operatori di ricorrere all’aborto, ha optato per continuare la gravidanza.

La ragazza sta frequentando una scuola professionale regionale (CIOFS) che le consente di occupare proficuamente il tempo e di conseguire un titolo. Con le operatrici socio-educative e il resto del personale è collaborativa, educata e manifesta gratitudine per l’ospitalità e le cure di cui viene circondata.

Rimarrà nella nostra comunità fino al momento del parto“.

Comitato Acisjf Milano

Se vuoi sostenere il progetto della “Valigia della Speranza” di Milano puoi inviare una donazione tramite bonifico: 

IBAN:  IT35Z0623003242000030074434      

Causale: Donazione Valigia della Speranza Milano

Related Post
0 Comments