WhatsApp Image 2019-11-05 at 20.22.19

Gesti di solidarietà

Dal canone di affitto alle spese mediche, da un biglietto aereo al sostegno scolastico: la Valigia della Speranza è stata consegnata a Piacenza, Vicenza, Parma e Trento. In ognuna di queste città un progetto speciale per restituire autonomia e dignità alle donne. 

Piacenza. La Valigia della Speranza è stata donata ad una giovane migrante, madre di un bimbo di tre anni, ospitata nella Casa Acisjf piacentina, che ha seguito un progetto di accoglienza verso l’autonomia, ottenendo il permesso di soggiorno per motivi umanitari, un piccolo alloggio e un lavoro da badante. La donna ora sta studiando per conseguire il diploma di terza media e il suo obiettivo è l’iscrizione al Corso di O.S.S.  Nella valigia è stato consegnato un contributo per il pagamento dell’affitto mensile al Comune e il sostegno delle spese scolastiche.

Vicenza. La Valigia della Speranza è stata devoluta al “Progetto salute”, che riguarda una famiglia ospite presso la nostra associazione. La famiglia ha a carico due figli con disabilità. Oltre ai due figli disabili, la figlia più piccola ha appena subito un intervento chirurgico; la seconda figlia è ipovedente e tutti hanno bisogno di molte visite mediche con relative medicine.

Parma. La Valigia della Speranza è stata consegnata a Maria, nome di fantasia della diciassettenne seguita dalla nostra associazione fin da quando frequentava la seconda media inferiore. La mamma è in Africa e il papà ha una nuova famiglia in Italia. Acisjf Parma la segue da anni, per sostenerla e agevolarla, sia economicamente (per la fornitura di libri di testo e il pagamento di varie iniziative scolastiche) che a livello di sostegno nello studio.

Trento. “La valigia della speranza” è stata consegnata a una ragazza del Marocco, alla quale abbiamo donato il biglietto aereo per recarsi nel suo Paese di origine a trovare il suo bambino, che vive con i genitori e che non vede da tempo.

Related Post
0 Comments