como5

Due tablet per la DAD

A Como, l’Acisjf – condividendo il progetto con altre realtà associative e con la parrocchia di San Giorgio – ha consegnato la “Valigia della Speranza” a due studenti, una bambina di seconda media e un ragazzo di terza media che trovandosi in didattica a distanza (DAD) sono in difficoltà ad avere gli strumenti tecnologici necessari per partecipare. Il contributo è servito ad acquistare due tablet. Ha consegnato la “Valigia della Speranza” la presidente nazionale di Acisjf, Simona Saladini.

a cura di Acisjf – Casa della Giovane Como

Tendere la mano a chi è in difficoltà, in questo tempo particolare, ci potrebbe sembrare irrealizzabile visto il momento storico e le fatiche causate dal distanziamento.

La provocazione di questa Giornata Mondiale dei Poveri, rispondendo alle indicazioni formulate da Papa Francesco, chiama tutti a tendere la mano, laddove incontriamo solitudine, disperazione, bisogno, paura. Tendere una mano con spirito e modalità creative che questo tempo ci richiede. Il Santo Padre nell’evento di ottobre per il patto educativo globale ci ha detto: “L’educazione sia creatrice di fraternità, pace e giustizia”.

Il Consiglio Direttivo della Casa di Como partendo da queste riflessioni e dal confronto con le altre realtà associative e con la parrocchia di San Giorgio ha deciso di consegnare la valigia della speranza a due studenti, una bambina di seconda media e un ragazzo di terza media che trovandosi in didattica a distanza (DAD) sono in difficoltà ad avere gli strumenti tecnologici necessari per partecipare.

Abbiamo acquistato due tablet che saranno consegnati formalmente nella serata del 10 dicembre con la Santa Messa dell’Avvento. Per le famiglie di questi giovani il dono rappresenta un aiuto importante, una famiglia ha 5 bambini ed è straniera, l’altra è italiana, perché il bisogno non ha confini.

Related Post
0 Comments