Pubblicazione1

Un respiro di libertà

Consegnata anche a Verona la “Valigia della Speranza”: la destinataria è stata una mamma di due bimbi accolta dalla Casa Acisjf – Protezione della Giovane veronese, che ha potuto così beneficiare di un corso di alfabetizzazione.

Veronica è il nome di fantasia della mamma albanese di due bimbi accolta e seguita da Acisjf Verona, scelta come destinataria della “Valigia della Speranza”. Veronica è arrivata in Acisjf grazie al progetto condiviso con il Servizio anti tratta “NAVe” di Verona, perché vittima di sfruttamento lavorativo e riduzione in schiavitù. La giovane mamma è riuscita a scappare da un contesto di segregazione in cui ha vissuto per anni insieme ai suoi bimbi.

Veronica ha ora intrapreso un cammino nuovo pieno di speranza verso l’autonomia e grazie alla “Valigia della Speranza” ha potuto frequentare un corso di alfabetizzazione, che si svolto nei mesi di novembre e dicembre 2020, per migliorare le sue competenze linguistiche. Una palestra importante che la proietta in nuovi percorsi formativi che potrà affrontare con maggiore sicurezza.

Lo scorso anno, Acisjf Verona ha destinato il contributo della “Valigia della Speranza” a M., marocchina trentacinquenne, accolta temporaneamente in Casa Acisjf, poi impegnata come badante per permetterle il conseguimento della patente di guida. Un gesto piccolo ma concreto per raggiungere la tanto desiderata autonomia.

Related Post
0 Comments