COLLAGE 2

Un corridoio per H.

Acisjf Milano ha consegnato la “Valigia della Speranza” ad H., una giovane ragazza etiope, giunta in Italia grazie al progetto dei corridoi umanitari e seguita dalla coop Farsi Prossimo.

 

H. è arrivata in Italia il 27 giugno 2018 attraverso il progetto dei corridoi umanitari, direttamente dall’Etiopia. È stata ospitata, insieme a suo zio D., in un appartamento di Sesto San Giovanni, afferente alla parrocchia di Santo Stefano, gestito dalla coop Farsi Prossimo.

È arrivata in Italia con poca chiarezza su quali strade percorrere una volta giunta in Europa, per cui si è da sempre affidata agli operatori e ai volontari che le sono stati accanto in questi anni di progetto, cogliendo con entusiasmo tutte le opportunità e le sfide che le si sono presentate nei due anni di accoglienza.

H.ha conseguito a giugno 2020 il diploma di terza media presso il CPIA di Sesto San Giovanni, in concomitanza con gli studi, ha svolto da ottobre 2019 a maggio 2020 un tirocinio formativo come archivista presso la Procura del Tribunale Ordinario di Milano. A luglio 2020 ha poi cominciato una nuova borsa lavoro presso lo studio legale di un avvocato, sempre con mansione di segretaria, terminato il 30 novembre scorso.

A conclusione del percorso di accoglienza con Caritas Ambrosiana, le è stata offerta la possibilità di trasferirsi – sempre con suo zio, suo unico punto di riferimento in Italia – a Trezzano sul Naviglio, in un appartamento sempre gestito da Coop Farsi Prossimo.

Nonostante il trasferimento in un altro paese, H. ha mantenuto i legami con i volontari conosciuti a Sesto San Giovanni. In particolare, ha proseguito con un piccolo lavoretto come segretaria presso lo studio commerciale di uno dei volontari, dove ha potuto apprendere nozioni di base di informatica oltre che di segretariato.

L’attuale situazione di emergenza sanitaria ha rallentato e ostacolato gli obiettivi di autonomia lavorativa ed economica di H., che deve comunque far fronte alle spese di affitto, seppur a canone agevolato, oltre a quelle legate alle necessità quotidiane (spesa, abbonamento ATM, ricarica telefonica).

Nonostante la giovane età e la storia migratoria complessa – e per molti versi traumatica – H. resta una ragazza socievole e sensibile, desiderosa di porre le basi per un futuro sereno e soddisfacente qui in Italia.

Martina De Pace (educatrice coop Farsi Prossimo)

Rosy Arricale (coordinatrice coop Farsi Prossimo)

Related Post
0 Comments